Nuova TV o nuovo Decoder

Con il decreto del 30 luglio 2021, il Ministero dello Sviluppo Economico ha disposto l’attivazione del nuovo standard DVBT-2 a livello nazionale a partire dal 1° gennaio 2023. Ma la verifica sugli apparati, e il relativo adeguamento, può partire da ora! Per adeguarsi ai nuovi standard potrebbe essere necessario cambiare la TV oppure dotarla di un nuovo decoder.

Nel periodo di transizione, al fine di agevolare il passaggio di un’ampia parte della popolazione verso la nuova tecnologia trasmissiva, a partire da ottobre 2021 verrà avviata la dismissione della codifica MPEG-2 a favore della codifica MPEG-4 su standard DVBT e le emittenti inizieranno a trasmettere con la nuova codifica alcuni dei loro programmi rappresentativi.
Le iniziative relative alla dismissione della codifica DVBT/MPEG-2 saranno via via comunicate agli utenti, mentre la completa sostituzione della codifica MPEG-2 sarà definita con un provvedimento da emanare entro la fine del 2021.

Per verificare che il televisore sia idoneo a ricevere le trasmissioni con il nuovo sistema di codifica MPEG-4 bisognerà quindi controllare che i canali in alta definizione (HD), siano visibili.

L’attivazione dello standard DVBT-2 a livello nazionale avverrà invece a partire da gennaio 2023 e, per continuare a vedere tutta l’offerta televisiva, sarà necessario essere dotati di apparati conformi con il nuovo standard di trasmissione DVB-T2 e con la codifica HEVC Main10.

Per sapere se la tua TV è già predisposta per questi passaggi tecnologici, visita questa pagina.
Nel caso si comprasse solo il decoder, i modelli più recenti, a prezzi abbordabili, consentono in molti casi di accedere anche ad altre funzionalità come la pausa TV, l’avanzamento o il riavvolgimento e la registrazione dei programmi preferiti.
Per l’acquisto di una nuova TV invece, si potrà scegliere tra l’ampia gamma di apparecchi presenti sul mercato e dotati di tutte le tecnologie più all’avanguardia. Inoltre, se si decide di cambiare il televisore, si ha l’opportunità di scegliere una Smart TV che non solo possa ricevere il nuovo standard DVB-T2 ma che possieda già l’interattività HBBTV (Hybrid Broadcast Broadband TV).