Verso la Nuova Televisione Digitale: dall’8 marzo i canali nazionali saranno trasmessi con la codifica MPEG-4

Come già annunciato dal MiSE la scorsa settimana in un comunicato, l’8 marzo verrà attivata in tutta Italia la codifica MPEG-4 per la trasmissione di tutti i programmi delle emittenti televisive nazionali.

I canali trasmessi con la nuova codifica saranno visibili in alta qualità e potranno essere visualizzati solamente da apparati in grado di supportare l’HD (alta definizione).

Per visualizzare correttamente questi programmi sarà necessario effettuare la risintonizzazione del proprio televisore o decoder: se, anche dopo aver effettuato tale procedura, il proprio dispositivo non risultasse abilitato a ricevere il segnale con la nuova tecnologia, i telespettatori potranno sostituirlo beneficiando dei Bonus messi a disposizione dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Tuttavia, al fine di agevolare il passaggio di un’ampia parte della popolazione verso il più avanzato standard di codifica, fino al 31 dicembre p.v., le emittenti nazionali potranno continuare a trasmettere contemporaneamente i loro canali sia con la “vecchia” codifica MPEG-2 che con la nuova codifica MPEG-4. I canali trasmessi in MPEG-4 e visibili in alta qualità saranno però posizionati tra il numero 1 e 9 e dal numero 20 in poi.

Per le emittenti televisive locali invece, il cambio di codifica da MPEG-2 a MPEG-4 continuerà ad avvenire per aree geografiche, in parallelo con il processo di refarming, secondo il calendario di riorganizzazione delle frequenze stabilito dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Maggiori informazioni sul passaggio dell’8 marzo, nel video tutorial dedicato.

  • Per sapere come effettuare la risintonizzazione dei propri apparati, cliccare qui.