Primi indennizzi per le TV locali nell’ambito della roadmap che condurrà alla liberazione della banda 700 MHz

Pubblicato il 14 aprile u.s. dal Ministero dello Sviluppo economico il primo decreto direttoriale che definisce gli importi relativi agli indennizzi spettanti agli operatori di rete locali a seguito del rilascio anticipato delle frequenze della banda 700 MHz – la cui disponibilità dovrà passare, entro giugno 2022, dalle TV alle TLC – e di cui già al cosiddetto ‘decreto indennizzi’ del 27 novembre 2020 .

Con questo primo decreto direttoriale, cui ne seguiranno altri, viene determinato il valore di 0,34 euro per abitante residente in ciascuna delle province oggetto del diritto d’uso rilasciato e un importo pari a € 3.800 per ciascun impianto disattivato.

Al decreto è inoltre allegata una tabella di dettaglio che contiene la ripartizione di quanto spettante per n° 53 diritti di uso afferenti a n° 28 società.

Il decreto specifica, infine, che qualora, a conclusione della procedura e all’esito degli eventuali contenziosi, dovessero residuare somme destinate all’erogazione degli indennizzi, il Ministero si riserva la facoltà di ridistribuire agli aventi diritto tali somme adottando criteri di ripartizione sempre coerenti con quanto disposto dal decreto 27 novembre 2020.